Eccoci qua come ai tempi della scuola dinanzi una pagina bianca e l'incertezza, l'amletico dubbio: COME INIZIARE? Sicuramente voglio dirti CIAO, che tu sia casualmente transitato di qua o già mio amico, qualunque sia il tuo pensiero, la certezza di questo saluto ce l'ho.
Di certezza ne ho anche un'altra, se sono qui, se ho deciso di "mettere in rete" parte di quello che scrivo è proprio per arrivare da te, per il desiderio di comunicare e condividere insito nell'essere umano, perché ho deciso di "tirare fuori dal cassetto i miei fogli" ed esporli alle tue critiche, al giudizio che se vuoi puoi lasciare sotto ogni mio post, per incontrare e conoscere amici.
In questo blog troverai alcune poesie, racconti brevissimi che durano il tempo di alcuni "morsi" ad un frutto, la sfida mia personale a Flaubert, una storia da "prendere un morso per volta": terza certezza... e dire che a me ne sarebbe bastata una! Ho cominciato; così adesso spero di rincontrarti al più presto.

Gabriella

domenica 19 giugno 2016

La vita

La vita che chiamiamo reale è arrivata ad avvolgermi con un abbraccio tanto invitante da non poter resistere...da non Voler resistere, mi ha allontanata da ogni dispositivo se non che per le chiamate e qualche messaggio, mi ha sorriso,  mi ha offerto calore e refrigerio, nido e trampolino, forza e delicatezza, gioia, complicità, comprensione, Amore, e ancora, e molto di più!  E quindi non posso che ringraziare!
Questa parte di vita, questa al di là del dispositivo connesso,  al di là del Blog,  di Facebook,  Twitter etc... di virtuale ha poco, ci sono persone come me, con vite, amori, sogni e debolezze______ così il virtuale altro non è in realtà che comunicazione immediata con chiunque ci sia al di là dello schermo_____ chiunque immagino vivrà momenti di lontananza dal cosiddetto virtuale, o forse no_______ a me capita______ capita che questa parte di vita mi prenda, a volte per i capelli,  altre sottobraccio, altre ancora mi sollevi con gioia e vigore come si fa con un bimbo in corsa e poi mi tenga in braccio!

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

venerdì 10 giugno 2016

Con l'Animo mio

E così, all'improvviso,
nascono le parole,
si fermano sopra i fogli,
sullo schermo,
rincorrono
ora un sorriso,
una lacrima
un ricordo...
e l'Animo mio
che parla,
che scrive, 
che ricorda...
E quella sua voce,
che quasi detta
ogni parola,
come se uscissero
da sole dall'inchiostro...
ognuna un'esperienza
ognuna un amore silenzioso
un dolore
una cosa che
ancor non so!
Così parla,
così ascolto
il mio parlar
con me!
E così insieme
mi mostro 
mi paleso,
come sfogliassi
un libro,
una storia...
quella mia.

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

giovedì 9 giugno 2016

Così io (parte I)

Così io
mi sento.
Su alto promontorio
spogliata
che di pelle
ogni cellula
possa sentire.
Spazzata
da vento gentile
che viene dal mare
e poi da burrasca,
da bora o forte monsone
io
salda a terra
rimango.
E il vento,
quell'aria,
trasporta lontano
profumo d'amore,
odore di guerra.
Lo sento.
E vedo il veleno
innanzi schierato
che dentro al mio corpo
al sangue 
si fonde
ma non lo avvelena
respinto
si mostra
e poi si compiace
ma non mi raccoglie.
E vedo un bimbo
gattonare sul prato.
Non sa ancora
chi cercherà 
di farlo preda...
Lui mai sarà preda! 
Lui coraggioso 
e pulito 
è sempre 
protetto da Amore! 


Gabriella Dell'Aria 
Tutti i diritti riservati 


giovedì 2 giugno 2016

Quella notte

Sabato notte, beh era quasi domenica, le lancette avevano concluso diversi giri e quasi l'alba, con i suoi odori di giorno nuovo, stava arrivando... quella notte io ho scritto una tra le più belle lettere che abbia mai scritto, e ne ho scritte tante... ma quella notte ho scritto una lettera d'Amore a me stessa! E penso a quante altre ne scriverò! Sapete in quanti modi si può "scrivere una lettera"? Si che lo sapete! Tantissimi! Tantissimi modi!  Ne scrivo una ogni volta che penso a me con comprensione ed amore, ogni volta che mi guardo allo specchio e sono felice di vedermi, ogni volta che amo una mia imperfezione _______e poi un'altra, ogni volta che mi arrabbio con me stessa per qualcosa che avrei voluto fare diversamente e poi capisco che in quel momento avevo solo bisogno di un abbraccio... Quante diverse lettere d'amore posso scrivere... scriverle per me e per tutti gli altri!

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

mercoledì 1 giugno 2016

Cosa sarei senza..

Se potessi solo
guardare il mio dolore,
se girandomi intorno
per la stanza,
guardando per il mondo,
nella vita,
vedessi odi,
conflitti e dolori, 
sangue che scorre
e vite torturate...
S'io per il Mondo,
tra vite calpestate,
andassi sempre solo
senza una speranza
___tacciono tutti i cori___
perché speranza è quella
di vederti e d'incontrarti,
speranza mi fa
alzare ogni mattina,
speranza di svegliarmi 
e respirare,
speranza d'amare!
Speranza d'andare 
tra vite rifiorire
di lacrime asciugate,
dolori leniti, guariti.
Speranza mi fa andare
per il Mondo,
speranza di Coraggio 
la mia forza___
___come potrei
vedere ciò che vedo
sentire ciò che sento,
senza di lei____
Lei che mi dice che domani
ed anche oggi
posso lottare e vivere 
e sperare_____
che ogni istante
sia migliore____
di riuscire a far
volare il cuore____!
Speranza mi ha tenuta
appesa a un filo,
e quando dentro al buio 
penzolavo, 
lei mi teneva salda
e non mollava...
ed io aggrappata a lei,
al filo che invisibile 
non era
ma come fune, 
solida e robusta
e sempre lì per me___
Senza speranza 
io sarei morta,
e quando non ne ho 
avuta più, 
il suo ricordo 
mi ha tenuta viva!

Gabriella Dell'Aria 
Tutti i diritti riservati