Eccoci qua come ai tempi della scuola dinanzi una pagina bianca e l'incertezza, l'amletico dubbio: COME INIZIARE? Sicuramente voglio dirti CIAO, che tu sia casualmente transitato di qua o già mio amico, qualunque sia il tuo pensiero, la certezza di questo saluto ce l'ho.
Di certezza ne ho anche un'altra, se sono qui, se ho deciso di "mettere in rete" parte di quello che scrivo è proprio per arrivare da te, per il desiderio di comunicare e condividere insito nell'essere umano, perché ho deciso di "tirare fuori dal cassetto i miei fogli" ed esporli alle tue critiche, al giudizio che se vuoi puoi lasciare sotto ogni mio post, per incontrare e conoscere amici.
In questo blog troverai alcune poesie, racconti brevissimi che durano il tempo di alcuni "morsi" ad un frutto, la sfida mia personale a Flaubert, una storia da "prendere un morso per volta": terza certezza... e dire che a me ne sarebbe bastata una! Ho cominciato; così adesso spero di rincontrarti al più presto.

Gabriella

mercoledì 5 ottobre 2016

Queste mani mie

Hanno arato i campi della vita
e di ogni tempo
queste mani mie!
Portano cicatrici
e portano messaggi
Camminano e danzano,
corrono e volano...
Chiudi gli occhi...
quello che tu vedi
gli appartiene!
Non c'è prato che
non hanno amato,
non c'è terra
e non c'è mare,
uomo o animale,
cielo o stella
che non han sognato,
amato ed abbracciato...
non c'è Amore
che non abbiano portato
fino al cuore!
Hanno asciugato lacrime,
accarezzato labbra...!
E portano ferite e cicatrici
portano i segni del dolore
e quelli dell'Amore!
Hanno cullato vite,
hanno pregato...
hanno pianto e amato!
E sempre, ancora,
semplicemente
intensamente Amano!

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

13 commenti:

  1. Versi molto intensi e profondi.
    Serena giornata.

    RispondiElimina
  2. Molto bella la tua poesia, Gabry :) Le mani come essenza del sé? Concordo, e non potrei fare altrimenti visto che quando conosco una persona guardo, per prima cosa le mani. La mani parlano, oh, se parlano!
    Buon Anno te lo dico da qui, visto che avevo perso il tuo indirizzo di blog cercandolo invano e poi ritrovato per caso su un vecchio post :)
    Si, ho riaperto il blog :) è un'altra cosa rispetto a FB.
    Un abbraccio
    F

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro, si il blog è un'altra cosa, bella e intensa non mordi e fuggi come spesso i social. Felice che tu abbia risperto il blog :)
      Le mani parlano, si, ogni centimetro di noi parla di sé e dell'intero che siamo, e delle infinite nostre sfaccettature:)
      Abbraccio preso e ricambiato con calore :) SMACK

      Elimina
  3. Quando ho voglia di tirar fuori la testa dallo schifo del quotidiano clicco sulla tua foto tra i miei follhover, apro il tuo blog e ti leggo. Mi invade la bellezza piana dei tuoi versi. Ma non credevo di trovarvi questa: avrei voluta immaginarla e scriverla io. Stupenda. Le mani come essenza della tua vita, come elemento portante del tuo Universo, come una nuova Bibbia spalancata sul comodino da rileggere ad ogni momento di scoramento e di allegria, perché in queste tue mani non ci sei solamente tu, ci siamo tutti noi, quelli passati e quelli futuri, persino quelli che non avranno la fortuna di nascere mai. Un canto universale.
    Sei straordinariamete felice nelle tue espressioni poetiche.
    Un incontro fortunato il mio con te.

    RispondiElimina
  4. Un incontro fortunato il mio con te Vincenzo!
    La gioia e la bellezza di questo commento..
    che dirti se non Grazie! Grazie di cuore! Felice che arrivar su queste sponde sia piacevole per te, piacere mio di trovarti qui e leggerti! Incontro fortunato, si! E qui mi fermo perché, non mi vergogno, ho pianto di commozione per la bellezza di quello che hai scritto!

    RispondiElimina
  5. Molto bella e intensa ma, soprattutto, vera.
    Grazie per essere passata da me , mi aggiungo ai tuoi lettori. Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per l'apprezzamento Mirtillo, benvenuta!
      Buon pomeriggio!

      Elimina
  6. Un otto marzo Gabriella,il mio abbraccio
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maurizio, abbraccio preso e ricambiato.

      Elimina
  7. Senti la vita scorrere in queste mani, che hanno scritto questi versi ... belli!

    RispondiElimina
  8. La tua gentilezza cara Gabriella non ha confini, grazie per la visita graditissima ti auguro un fine settimana pieno di sorrisi e felicità
    Il mio abbraccio Sempre forte
    Maurizio

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a a leggermi! Se volessi lasciare un commento con le tue impressioni/sensazioni o anche solo un saluto... ti ringrazio ancora una volta!