Eccoci qua come ai tempi della scuola dinanzi una pagina bianca e l'incertezza, l'amletico dubbio: COME INIZIARE? Sicuramente voglio dirti CIAO, che tu sia casualmente transitato di qua o già mio amico, qualunque sia il tuo pensiero, la certezza di questo saluto ce l'ho.
Di certezza ne ho anche un'altra, se sono qui, se ho deciso di "mettere in rete" parte di quello che scrivo è proprio per arrivare da te, per il desiderio di comunicare e condividere insito nell'essere umano, perché ho deciso di "tirare fuori dal cassetto i miei fogli" ed esporli alle tue critiche, al giudizio che se vuoi puoi lasciare sotto ogni mio post, per incontrare e conoscere amici.
In questo blog troverai alcune poesie, racconti brevissimi che durano il tempo di alcuni "morsi" ad un frutto, la sfida mia personale a Flaubert, una storia da "prendere un morso per volta": terza certezza... e dire che a me ne sarebbe bastata una! Ho cominciato; così adesso spero di rincontrarti al più presto.

Gabriella

domenica 24 aprile 2016

Spazio bianco 3

Spazio bianco
è il mio corpo
ogni impronta
ogni lacrima
ogni segno
di chi c'è l'ha
lasciato
di me che
c'è l'ho messo,
segni
tracce di vita.
Nuda, 
mi guardo,
giudice inclemente prima,
immensamente grata
ora.
Oggi intingo le mani
nei colori
e dipingo il mio corpo.
Li spalmo con delicatezza
fermezza e precisione
li spalmo
a piene mani.
Il verde lucente
dei prati,
l'azzurro
del cielo e del mare,
il giallo del Sole
e poi l'arancione,
il bianco splendente
il rosso d'amore.
Me li stendo sul corpo...

Le mani e le braccia 
di cui ho più bisogno
sono le mie.
La forza che mi occorre
è sempre la mia.
Il coraggio di una lacrima
e quello di un sorriso,
di un bacio, di un abbraccio...
il coraggio di amarmi.

Intingo ancora le mani,
il bianco, il giallo,
l'arancio...
la lacrima che scende
rallenta
e un po' s'impasta...
un tuffo dentro al Sole.

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

4 commenti:

  1. Complimenti Gabriella bella come tutte le tue poesie,
    Maurizio

    RispondiElimina
  2. Mi piace questo impastar olori sulla pelle. Sei originale nella tua normalità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vincenzo, essere originale nella normalità, bellissimo! Buon pomeriggio.

      Elimina

Grazie per essere passato/a a leggermi! Se volessi lasciare un commento con le tue impressioni/sensazioni o anche solo un saluto... ti ringrazio ancora una volta!