Eccoci qua come ai tempi della scuola dinanzi una pagina bianca e l'incertezza, l'amletico dubbio: COME INIZIARE? Sicuramente voglio dirti CIAO, che tu sia casualmente transitato di qua o già mio amico, qualunque sia il tuo pensiero, la certezza di questo saluto ce l'ho.
Di certezza ne ho anche un'altra, se sono qui, se ho deciso di "mettere in rete" parte di quello che scrivo è proprio per arrivare da te, per il desiderio di comunicare e condividere insito nell'essere umano, perché ho deciso di "tirare fuori dal cassetto i miei fogli" ed esporli alle tue critiche, al giudizio che se vuoi puoi lasciare sotto ogni mio post, per incontrare e conoscere amici.
In questo blog troverai alcune poesie, racconti brevissimi che durano il tempo di alcuni "morsi" ad un frutto, la sfida mia personale a Flaubert, una storia da "prendere un morso per volta": terza certezza... e dire che a me ne sarebbe bastata una! Ho cominciato; così adesso spero di rincontrarti al più presto.

Gabriella

lunedì 11 gennaio 2016

Questo Amore

Quest' Amore
trascinato
scorticato
spogliato;
quest'Amore
trafitto e
rinnegato,
aggrappato
ad un filo,
sospeso
nel vuoto,
quest'Amore
sopravvissuto
solo di sé
della sua
sola forza...
Bacia ancora
queste labbra
assetate di te,
intona ancora
la Musica,
la nostra!
La riconosce
l' Universo,
mi vibra
nel cuore,
quel cuore
che spesso
mi ha chiesto
pietà!
Canta con lui...
lui che ti ama!

Gabriella Dell'Aria

4 commenti:

  1. Questo è amore vero!
    Bellissima davvero. Gabri ben tornata, grazie della visita
    Il mio abbraccio forte
    Maurizio

    RispondiElimina
  2. Grazie Maurizio, abbraccio preso e ricambiato. Buonissima giornata!

    RispondiElimina
  3. Questa poesia mi ricorda una di Jacques Prévert: Cet amour.
    Cet amour
    si violent
    si fragile
    si tendre
    si désespéré
    cet amour
    beau comme le jour
    et mauvais comme le temps
    quand le temps est mauvais

    eccetera.
    Spero tu conosca il francese, comunque

    questo amore/ così violento/ così fragile/ così tenero/ così disperato/ questo amore/ bello come il giorno/ e cattivo come il tempo/ quando il tempo è cattivo

    ma la tua è meno letteraria e più sensuale, aggressiva te lo bevi e te lo succhi il tuo amore "scorticato".
    Mi piace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne hai letta anche un'altra, felice che ti piaccia :)
      "Piccole" differenze tra la scrittura femminile e quella maschile, direi, esce il femminino, che sia sensuale o no, a parte naturalmente la grandezza di Prévert, meravigliosa poesia la sua!
      Ciao, grazie per essere capitato da me ed esserti fermato!
      A presto.

      Elimina

Grazie per essere passato/a a leggermi! Se volessi lasciare un commento con le tue impressioni/sensazioni o anche solo un saluto... ti ringrazio ancora una volta!