Eccoci qua come ai tempi della scuola dinanzi una pagina bianca e l'incertezza, l'amletico dubbio: COME INIZIARE? Sicuramente voglio dirti CIAO, che tu sia casualmente transitato di qua o già mio amico, qualunque sia il tuo pensiero, la certezza di questo saluto ce l'ho.
Di certezza ne ho anche un'altra, se sono qui, se ho deciso di "mettere in rete" parte di quello che scrivo è proprio per arrivare da te, per il desiderio di comunicare e condividere insito nell'essere umano, perché ho deciso di "tirare fuori dal cassetto i miei fogli" ed esporli alle tue critiche, al giudizio che se vuoi puoi lasciare sotto ogni mio post, per incontrare e conoscere amici.
In questo blog troverai alcune poesie, racconti brevissimi che durano il tempo di alcuni "morsi" ad un frutto, la sfida mia personale a Flaubert, una storia da "prendere un morso per volta": terza certezza... e dire che a me ne sarebbe bastata una! Ho cominciato; così adesso spero di rincontrarti al più presto.

Gabriella

domenica 20 novembre 2016

Il cassetto...

Poi capita che apri un cassetto pieno di "vita", un cassetto di quelli che non riordinavi da tanto, tantissimo tempo...come sempre escono fuori le mille piccole immense cose datemi dai miei figli... biglietti, oggetti, frasi scritte sul primo pezzo di carta trovato...testimonianze varie di tappe di vita, d'Amore ❤ Ne trovo sempre, nell'armadio, nel borsellino, nel comodino, tra i miei vestiti...li conservo in piccoli gruppi un poco dovunque, e vengono fuori...e con loro una dolce cascata d'Amore! Oggi, ho trovato anche quello di qualche nipote...il biglietto che accompagnava dei fiori, il segnalibro disegnato per me...
E così quegli oggetti, come la fisarmonica di due anni fa, hanno portato Amore in cascate dolci e scintillanti...anche questa volta il cuore se n'è riempito! Se ne riempie semore!
L'Amore non finisce mai! Continua, viaggia nel tempo e si fa sempre sentire! Arriva! Sempre arriva! Anche quando non ci soffermiamo a sentire...ci perdiamo la meraviglia che è ma lui è arrivato lo stesso!
Gabriella Dell'Aria

mercoledì 16 novembre 2016

E faccio silenzio e spazio dentro di me
e scopro terreni incolti
tracce di Luce
Luce che emerge e brilla
Luce d'Amore ❤

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

domenica 13 novembre 2016

E tutto cominciò

E tutto cominciò con un Amore!

E tutto cominciò con un dolore
Mi chiedo ancora
Di che natura fosse...
Era sceso...
forse dapprima lieve
ma era sceso.
Un pianto,
Uno sgomento,
Un pugno nello stomaco...
Ed ecco che io scrivo!
Ed ecco che non scrivo più!

E tutto cominciò con un sorriso
Mi chiedo ancora
Quale sorriso fosse
Eppure sorridevo per la strada
Stupidamente forse
Mentre ti pensavo
Mentre aspettavo di rincontrare
Te
Ogni mattina
E poi nel pomeriggio
A prima sera
E poi prima dei sogni
Nei quali noi
C'incontravamo ancora!
Ed eri nello sguardo,
Dentro al mio cuore
Eri un incanto
Il mio incanto d'Amore!
Io mai avevo amato tanto
Eppure ho Amato
senza mettere freno
Nè misura.
E camminavo quasi saltellando
E ti volevo
E più ti Amavo
E ti Amavo
E più io ti volevo!
Eri per me
Il dolce mio compagno
Colui che contro ogni previsione
È destinato a me fin dall'inizio
Io che credevo all'anima gemella
Io che sognavo mille nostre cose
...io che piangevo!!!
Io che pregavo!!!

E tutto cominciò con un messaggio
Con te che dici sempre che mi ami
Che hai fatto e hai progetti chiari
Ed ora non vuoi perdermi mai più
Almeno non a causa tua...
E tutto dentro a me
Si mescolava
Paura e desiderio dei miei sogni
Restituito spirito e sorriso
e lacrime che scoppiano
E cuore impaurito
Lui che ricorda quel dolore antico...
Lui che teme la mia decisione...

E tutto cominciò poi con un bacio
Mi chiedo ancora
quale dei tanti
fosse il galeotto
Il primo...e bacio e scappo
E ti bacio e dico no...
Ogni bacio
Come il primo bacio
Uguale e intenso.

E tutto cominciò che non ci credo
E tutto continuò perché ci credo ❤

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

lunedì 7 novembre 2016

Poesia

Poesia non è  l'inchiostro, non è la carta né lo schermo su cui scrivo...poesia è dentro, è fuori...poesia è vita! Termini altisonanti ed aulici stili, ma poesia si trae fuori da questo...c'è dentro...eppure è fuori!
Poesia sei tu che apri gli occhi...e tu...tu che respiri! Poesia ogni volta che prendo o che mi prendono per mano, poesia mio figlio che nasce in questo mondo...poesia la lacrima che ti nascondo, poesia la notte che rimango sveglia e pure quando crollo! Poesia la voce di ogni creatura, l'erba nei prati, le nuvole nel cielo...! Dove ti giri e guardi, dove respiri e senti...questo e più di questo è poesia ❤
Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati


mercoledì 5 ottobre 2016

Queste mani mie

Hanno arato i campi della vita
e di ogni tempo
queste mani mie!
Portano cicatrici
e portano messaggi
Camminano e danzano,
corrono e volano...
Chiudi gli occhi...
quello che tu vedi
gli appartiene!
Non c'è prato che
non hanno amato,
non c'è terra
e non c'è mare,
uomo o animale,
cielo o stella
che non han sognato,
amato ed abbracciato...
non c'è Amore
che non abbiano portato
fino al cuore!
Hanno asciugato lacrime,
accarezzato labbra...!
E portano ferite e cicatrici
portano i segni del dolore
e quelli dell'Amore!
Hanno cullato vite,
hanno pregato...
hanno pianto e amato!
E sempre, ancora,
semplicemente
intensamente Amano!

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

martedì 20 settembre 2016

Mi disse

Poi mi disse: - "Eccomi qui! Guardami negli occhi! Sono sempre io! Sempre lo stesso!"
Il tempo passato si era coperto di mille significati veri o presunti, il cuore setacciava ogni cosa lasciando solo i cristalli più puri! Lo guardai con occhi indagatori mentre continuavo a baciarlo! Mentre non pensavo...non pensavo a cosa stavo lasciando...a cosa stavo trovando...Mentre lasciavo alle spalle amori vecchi e nuovi!
Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati


martedì 13 settembre 2016

Un altro si

Adesso ti guargo negli occhi
Ora che ti vedo di nuovo
Ora che ti ho qui con me...
Amore di profumo mai scordato
Amore che scappavo
Quante volte noi dovremmo
Ancora dir di si!
Per tutti i dedideri e tutti i sogni
Ancora un altro si!

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

giovedì 1 settembre 2016

Era mattino presto

Era mattino presto
ed ero in spiaggia,
il sole accarezzava
il mio corpo
e l'aria intorno,
quell'aria che portava,
dapprima adagio
quasi non udita,
e poi pian piano,
sempre più forte
e sempre più vicino,
un suono intenso,
che ricordava al cuore
ciò che è suo.
Era un suono gaio
e pien di vita,
ricordo intenso 
di quel grande Amore...
eppure sullo sfondo,
nell'andare e tornare
della musica,
quanta tristezza
e quanto dolore!
Era una fisarmonica,
e l'onda dell'Amore
che portava
aveva attraversato
tempo e spazio
per arrivare a me,
e la musica,
quel suono
che fino a me
lei conduceva,
il cuore, solo lui,
la conosceva...
A lui parlava,
A lui ricordava:
"Eccolo! È lui!"
Non dirmi di chi fosse,
cosa fosse...
il cuore palpitava!
Lui solo riconobbe
musica e suono!
Lui riconobbe Amore!
Il suono unico
di quell' Amore
così forte e grande
e poi allontanato
nonostante noi...
Le lacrime proruppero
da sole
il petto singhiozzava
e la mia voce...
Amore che ti sento
Amore dove sei
Amore arriva ancora
Il tuo per me
Il mio per te

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

venerdì 29 luglio 2016

Ce la fai?

Ce la fai a guardare in faccia il tuo sogno e a dirgli addio? Dimmi, ce la fai? Ce la fai a guardare in faccia il tuo sogno, e a guardarlo poi in ogni aspetto suo,
a guardarlo così come l'hai dipinto e disegnato, a guardare ogni colore che c'hai messo, la polvere di stelle, e la freschezza d'acqua della fonte, la luce che il Sole ti ha donato e quella ch'è tua solamente,____e la rete che hai usato quando voleva ali per volare____ e quando l'hai buttato nella mischia e non difeso____
Dimmi, ce la fai a guardare in faccia il tuo sogno? Dimmi, ce la fai? Lui si! Lui è lì e ti guarda in faccia...Lui è ancora lì  per te!

Gabriella Dell'Aria 
Tutti i diritti riservati 

martedì 19 luglio 2016

Silenzio

A volte le parole si mescolano, sgomitando quasi che mi fanno sorridere, tutte a voler dire...e allora ecco il silenzio che le guarda tutte, come un benevolo padre, con occhi d'Amore, le osserva, ognuna una sua motivazione,  un senso, una ragione...

Silenzio

Anche il silenzio
canta ed ha una voce:
c'è quello degli amanti
silenzio di passione
rifugio tra le braccia
e battito del cuore
che ha la stessa voce,
silenzio di baci
e di complicità.
C'è quello di chi
si allontana
per mille e una ragione
e lì il canto cambia
spesso sonorità:
diventa quasi un grido
si sente il suo dolore,
a volte invece è rabbia
talaltra incomprensione.
C'è quello della notte
e dell'oscurità,
quello dell'attesa silente,
attesa delusa,
appuntamento mancato
solitudine vuota.
Quello della speranza
appena si fa giorno.
C'è il canto del silenzio
che è distacco,
c'è quello trepidante
dell'attesa di un arrivo,
di un incontro,
quello di chi ha dimenticato,
quello di chi vuole ricordare.
Capita che il silenzio
riecheggi più dell'eco!

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

lunedì 18 luglio 2016

Io ora

Io ora, qui,
ho un dono grandissimo,
ora, in questo istante,
sono qui
e posso Amare!
Da qui, adesso,
proprio ora
ho il dono infinito
d'Amare,
di poter Amare!

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

giovedì 7 luglio 2016

Parole

Le parole
come note
s'inseriscono...
incastonate, dipinte,
volatili o leggere,
e suonano...
di nuovo...
ora in una lacrima
che nel sonno
si affaccia e scorre
animata da vita che è
sua propria
o forse d'un moto
che appartiene al cuore...
qualcuna la ritrovi dentro agli occhi,
lascia una scia, un eco, luce
oppure abbaglio.
Ce ne sono poi
di quelle sulla pelle,
danzano,
impronte sulle labbra.
Qualcuna ancora
in una goccia di sangue
ha preso casa,
e scivola,
e scorre,
e si mescola,
e sale e scende
come sopra l'altalena.
A volte una
nella mente
prende posto
...e torna,
...e s'affaccia,
...e si riflette...

Ascolta, fai silenzio, senti:
dolci, stridule,
nervose, accese
note e vibrazioni, suoni,
ognuna la sua impronta.
Scende una lacrima,
quale parola porta...

Vorrei cullarle tutte
vorrei guarirle...
le une vicine all'altre
con quelle dell'amore...
ognuna un segno
ognuna un'espressione...
uno sguardo ed un sorriso
dimmi...
quale parola porta...

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

domenica 19 giugno 2016

La vita

La vita che chiamiamo reale è arrivata ad avvolgermi con un abbraccio tanto invitante da non poter resistere...da non Voler resistere, mi ha allontanata da ogni dispositivo se non che per le chiamate e qualche messaggio, mi ha sorriso,  mi ha offerto calore e refrigerio, nido e trampolino, forza e delicatezza, gioia, complicità, comprensione, Amore, e ancora, e molto di più!  E quindi non posso che ringraziare!
Questa parte di vita, questa al di là del dispositivo connesso,  al di là del Blog,  di Facebook,  Twitter etc... di virtuale ha poco, ci sono persone come me, con vite, amori, sogni e debolezze______ così il virtuale altro non è in realtà che comunicazione immediata con chiunque ci sia al di là dello schermo_____ chiunque immagino vivrà momenti di lontananza dal cosiddetto virtuale, o forse no_______ a me capita______ capita che questa parte di vita mi prenda, a volte per i capelli,  altre sottobraccio, altre ancora mi sollevi con gioia e vigore come si fa con un bimbo in corsa e poi mi tenga in braccio!

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

venerdì 10 giugno 2016

Con l'Animo mio

E così, all'improvviso,
nascono le parole,
si fermano sopra i fogli,
sullo schermo,
rincorrono
ora un sorriso,
una lacrima
un ricordo...
e l'Animo mio
che parla,
che scrive, 
che ricorda...
E quella sua voce,
che quasi detta
ogni parola,
come se uscissero
da sole dall'inchiostro...
ognuna un'esperienza
ognuna un amore silenzioso
un dolore
una cosa che
ancor non so!
Così parla,
così ascolto
il mio parlar
con me!
E così insieme
mi mostro 
mi paleso,
come sfogliassi
un libro,
una storia...
quella mia.

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

giovedì 9 giugno 2016

Così io (parte I)

Così io
mi sento.
Su alto promontorio
spogliata
che di pelle
ogni cellula
possa sentire.
Spazzata
da vento gentile
che viene dal mare
e poi da burrasca,
da bora o forte monsone
io
salda a terra
rimango.
E il vento,
quell'aria,
trasporta lontano
profumo d'amore,
odore di guerra.
Lo sento.
E vedo il veleno
innanzi schierato
che dentro al mio corpo
al sangue 
si fonde
ma non lo avvelena
respinto
si mostra
e poi si compiace
ma non mi raccoglie.
E vedo un bimbo
gattonare sul prato.
Non sa ancora
chi cercherà 
di farlo preda...
Lui mai sarà preda! 
Lui coraggioso 
e pulito 
è sempre 
protetto da Amore! 


Gabriella Dell'Aria 
Tutti i diritti riservati 


giovedì 2 giugno 2016

Quella notte

Sabato notte, beh era quasi domenica, le lancette avevano concluso diversi giri e quasi l'alba, con i suoi odori di giorno nuovo, stava arrivando... quella notte io ho scritto una tra le più belle lettere che abbia mai scritto, e ne ho scritte tante... ma quella notte ho scritto una lettera d'Amore a me stessa! E penso a quante altre ne scriverò! Sapete in quanti modi si può "scrivere una lettera"? Si che lo sapete! Tantissimi! Tantissimi modi!  Ne scrivo una ogni volta che penso a me con comprensione ed amore, ogni volta che mi guardo allo specchio e sono felice di vedermi, ogni volta che amo una mia imperfezione _______e poi un'altra, ogni volta che mi arrabbio con me stessa per qualcosa che avrei voluto fare diversamente e poi capisco che in quel momento avevo solo bisogno di un abbraccio... Quante diverse lettere d'amore posso scrivere... scriverle per me e per tutti gli altri!

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

mercoledì 1 giugno 2016

Cosa sarei senza..

Se potessi solo
guardare il mio dolore,
se girandomi intorno
per la stanza,
guardando per il mondo,
nella vita,
vedessi odi,
conflitti e dolori, 
sangue che scorre
e vite torturate...
S'io per il Mondo,
tra vite calpestate,
andassi sempre solo
senza una speranza
___tacciono tutti i cori___
perché speranza è quella
di vederti e d'incontrarti,
speranza mi fa
alzare ogni mattina,
speranza di svegliarmi 
e respirare,
speranza d'amare!
Speranza d'andare 
tra vite rifiorire
di lacrime asciugate,
dolori leniti, guariti.
Speranza mi fa andare
per il Mondo,
speranza di Coraggio 
la mia forza___
___come potrei
vedere ciò che vedo
sentire ciò che sento,
senza di lei____
Lei che mi dice che domani
ed anche oggi
posso lottare e vivere 
e sperare_____
che ogni istante
sia migliore____
di riuscire a far
volare il cuore____!
Speranza mi ha tenuta
appesa a un filo,
e quando dentro al buio 
penzolavo, 
lei mi teneva salda
e non mollava...
ed io aggrappata a lei,
al filo che invisibile 
non era
ma come fune, 
solida e robusta
e sempre lì per me___
Senza speranza 
io sarei morta,
e quando non ne ho 
avuta più, 
il suo ricordo 
mi ha tenuta viva!

Gabriella Dell'Aria 
Tutti i diritti riservati 


venerdì 27 maggio 2016

Ambrosia

Continua a declamar le tue poesie
ed a cantar la musica,
parole e note sulle labbra mie
...ne raccolgo
ogni essenza...
ed ecco arriva al cuore
poi si espande
fino all'animo mio!
Scegli quelle 
dal più dolce suono,
parole e note
musica e canto
adesso vibra
si diffonde
e sale.
Declama e canta
sulle labbra mie
nutrimi 
d'ambrosia
celestiale.

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

lunedì 23 maggio 2016

Ancora due e sarà un ventennio

Ancora due e sarà un ventennio,
vent'anni che passano,
mi guardano,
aggiungono un fiore
una lettera
o solo un biglietto...
e ogni volta che si fermano,
soffermano,
un brivido corre dalle fronde
fin sotto la terra
che si nutre
e mi nutre d'amore.
E quasi non mi sembra
d'aver avuto una storia,
una vita,
prima di questa, iniziata,
dicevo,
da meno di un ventennio.
Come se fosse iniziata
quel giorno
per una, tante finite!
Un albero

come tanti alberi
davanti una casa
io già lo ero, eppure non ho quasi ricordi
prima di allora...
qualche volto di bimbo,
quello sì,
...volanti...sirene.
Così, da quel giorno,
io sono "l'albero",
mio malgrado
un simbolo.
Io che volevo essere un albero
come tanti alberi...
come gli eroi che forse loro
non avrebbero voluto essere...
così loro
e albero io!
Ho visto e sentito
lodi e onori
ed ogni volta la terra fremeva
d'orgoglio
d'amore
di rabbia e dolore
e mille volte ho immaginato
di sollevar le radici,
sfrondare i miei rami
contro quelli che so
perché la terra
che mi tiene, mi nutre...
mi parla.
Vi dico questo
all'alba di oggi
quando, prima di vederli
di udirli
ne ho sentito l'arrivo
nell'aria...
e mentre
dalla foglia più nuova
a quella più scura
il fremito, l'allarme
vibrava scendendo giù per il tronco
la terra, a sua volta,
trasmetteva e amplificava
il suo grido d'aiuto.
E abbiamo sentito
che i miei eroi
morivano ancora!
Sono giunti a me 
senza fiaccole
navi o striscioni,
in silenzio...
nessun cordone
nessuna folla!
Ho guardato l'asfalto,
i ricordi
che ora son tanti,
la strada deserta,
ho rammentato i pianti,
gli abbracci,
le tante promesse,
gli slogan...
e tutte le navi...
un'ultima volta!
Poi, 
con la loro piccola gru
si sono portati
sopra di me
a calarmi un cupo,
nero, pesante cappuccio.
Calando un sipario
sul simbolo dell'esempio
che ero!
E nella fretta spezzano un ramo,
si staccano alcuni messaggi
come brandelli di vita
che perdo
e il pianto di linfa che verso
lo accoglie, raccoglie
l'aiuola.
E ora più che mai sento i
fremiti della mia terra!
E ora più che mai vorrei
sfrondarmi la chioma!
Ma devo aspettare che
un cuore sincero
mi faccia di nuovo
parlare...
e sotto la cappa
comincio l'attesa...
ma non vorrei,
non vorrei mai
avere bisogno d'eroi!


Scritta per il 18° anniversario della strage di Capaci


Gabriella Dell'Aria 
Tutti i diritti riservati 

domenica 22 maggio 2016

Se guardassimo gli occhi


Se guardassimo gli occhi
invece di guardare solo la pelle
Se ascoltassimo il suono
invece di ascoltar solo le parole
Se permettessimo al cuore
di percepire il battito
di percepire il calore
Le differenze visibili agli occhi
d'un tratto svanite, 
le parole che non conosco
sbiadite
il linguaggio del corpo
Universale
mi dice chi sono, chi sei
Ti guardo e mi guardo,
mi specchio in quello che vedo
Ed eccola qui, a me davanti,
l'immagine nostra 
di questa realtà. 
Ti chiamo Fratello
e un poco mi sento Caino
un po' altre volte Abele_____
Fratello_____
Quante cose vuol dire,
quanti inganni a volte celare___
Che tu abbia braccia e gambe
o pinne, o zampe,
che parliamo con lettere
o suoni che non capisco___
Io, caduta in ginocchio,
di fronte a tanto dolore,
io vedo e capisco!!!
Io sento!
Occhi negli occhi
pelle a pelle
sento i nostri cuori battere
Fratello
Fratello mio caro!
Chiunque tu sia
ovunque tu sia
cosa della stessa cosa
soffio della stessa vita!

Gabriella Dell'Aria 
Tutti i diritti riservati 

mercoledì 18 maggio 2016

Tutti in piedi!

L'aria è fatta cristallina
e si sente già l'odore...
tutti in piedi!
Ora in fila silenziosi
capo chino cavalieri
arriva Amore!
Ed uno dopo l'altro
si presentano al cospetto
prima,
avanti ad ogni altro,
c'è Dolore ch'era stato 
fino allora rannicchiato,
s'inginocchia e piange a scosse.
Lui l'ascolta
Lui lo culla
si rialza il Cavaliere!
Il secondo è Paura,
che Lui bacia, che conforta
e rassicura...
Segue Rabbia, segue Ira,
Delusione e Frustrazione
anche Invidia e Gelosia,
Tenacia, Forza, Compassione,
Umiltà con Amor proprio,
Voler Bene e tutto il resto
poi si aprono in due schiere
restan fermi e silenziosi
e dal fondo
proprio l'ultimo di tutti
ecco appare e si avvicina
s'inginocchia e rende omaggio
lì con gli altri anche Amore.
Veste bianca l'armatura
tutti pronti i Cavalieri
capo chino investitura...
al comando, fermo,
Amore!


Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

martedì 10 maggio 2016

E sempre io

Nubi.
A tratti il Sole.
E sempre io.
Io e il Sole.
Io e le nubi.
Io e la pioggia.

Io e il Sole.


Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

domenica 8 maggio 2016

Mamma



Mamma,
senti che suono dolce,
si scioglie in bocca
nettare di vita.


Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

AUGURI alla mia specialissima mamma e a tutte le mamme Emoticon smile di qualunque colore, di qualunque specie: che TUTTE possano benedire la vita appena concepita, attenderla nell'Amore e nella Pace, cullarla quando viene alla luce, che possano amarla, accudirla, seguirne i passi come la natura insegna e richiede; che ogni mamma sia mamma, che ogni figlio sia figlio, possa essere figlio! Nel pieno rispetto del proprio diritto di nascita!
Auguri a tutte le mamme (me compresa Emoticon wink ) e ai loro figli: che possano vivere un'esistenza d'Amore, di Pace e di Gioia, Felici, Sereni e Protetti! AUGURI A TUTTI quindi, perché molte siamo Mamme, Tutti siamo Figli!
Questo è il mio personalissimo sentire e il mio augurio per ogni umano, ogni animale, ogni essere vivente nel desiderio profondo di un "Liberi tutti" da ogni forma di violenza, sfruttamento, sopruso!

Buonissima domenica e buonissima festa della mamma a tutti, umani e non!

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati


mercoledì 4 maggio 2016

Il Miracolo

Tutto ciò che è :) tutto ciò che abbiamo :) è Adesso, in questo attimo presente...

Il Miracolo è ora! Ora con i miei sgomenti, le mie tristezze, ora con le mie paure che poco alla volta si svestono, si mostrano nude..il Miracolo è il mio nuovo approccio con loro, rinnovato e grato per quello che mi hanno insegnato...il mio pianto, il riso nervoso e quello divertito, la gioia...ll Miracolo è questo Amore che sento, che mi unisce ai miei Amori, a Te, a tutte le "Cose"...il Miracolo sono io che cammino, ed ogni cammino...il Miracolo è questo mio Amore, io che ringrazio, io che sorrido...Io che finalmente piango!

Gabriella Dell'Aria 
Tutti i diritti riservati 

lunedì 2 maggio 2016

Siate ribelli!

Siate ribelli! Non lasciatevi intrappolare in regole che tendono ad opprimere in nome di un falso quieto vivere! Lottate per voi stessi! Per quello che siete e per quello che amate! Se non voi, chi vi difenderà?  Chi si occuperà di voi?  Se voi per primi rinunciate a voi stessi, ai vostri princípi, ai vostri desideri,  sogni, bisogni_____ chi ci crederà?  Chi dovrà, e perché,  combattere e battersi per voi e per loro? Se voi per primi mollate_____ chi crederà in voi e in ciò che dite? Siate ribelli!!! Non fatevi imprigionare dalla falsità, dalle regole che uniformano e spengono gli entusiasmi! Siate ribelli:
AMATE! A partire da voi stessi!
CREDETE! A partire da voi stessi!
PERDONATE! A partire da voi stessi!
NON GIUDICATE! A partire da voi stessi!
ASCOLTATE CON IL CUORE! A partire dal vostro!

Fate la vostra parte, siate ribelli!

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

Una carta speciale

Avessi un mazzo di carte,
ne sceglierei una,
non una qualsiasi
né una solamente,
ne sceglierei una
che fosse speciale.
Ma non speciale normale.
La mia carta possiede
e veste
i colori più belli del mondo,
e mille sfumature
che è un incanto,
li vedi,
e ti fermi dinanzi alla vita.
La mia carta speciale
se ti fermi ancora a guardare
ti accorgi che
frizzanti, marini, di bosco
odori possiede,
di acqua, di sole e di terra.
Eppure in essa si sentono
quelli di guerra,
di fame e violenze.
Se sei lì di fronte
di certo ti accorgi
che pure possiede tepori,
calore d'amore di mani che amo,
l'amore di un cuore...
il mio.
La carta che pesco è  speciale,
possiede il potere dei sogni
e dei desideri...
Lei è luccicante,
luccica e sfavillante
e a volte non lo sa,
a volte si nasconde
ed altre brilla...
Lei c'è la può fare...
lei c'è la farà!

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati


sabato 30 aprile 2016

Quando sarai con me

Quando sarai con me
i prati si vestiranno
di colori
e sboccerà 
ad ogni passo 
Primavera. 
Quando sarai con me
il Sole brillerà sulla
mia testa
corona di gaiezza
cristallina.
Quando sarai con me
i passi nostri, 
insieme
come danza.
Quando sarai con me, 
da me, 
e quando cercherai 
le mani, quelle mie,
il tempo sarà musica
che suona.
Quando sarai con me,
Amore mio!

Mi guardo intorno,
i prati sono come
arcobaleno,
risplende il Sole 
sopra la mia vita,
i passi sono danza,
il tempo
è musica divina!
Ti guardo e mi sorridi,
accarezzi le parole
con lo sguardo
mi prendi per la vita
a te mi stringi:
"È passato,
Amore è passato!".

Gabriella Dell'Aria 
Tutti i diritti riservati 





domenica 24 aprile 2016

Spazio bianco 3

Spazio bianco
è il mio corpo
ogni impronta
ogni lacrima
ogni segno
di chi c'è l'ha
lasciato
di me che
c'è l'ho messo,
segni
tracce di vita.
Nuda, 
mi guardo,
giudice inclemente prima,
immensamente grata
ora.
Oggi intingo le mani
nei colori
e dipingo il mio corpo.
Li spalmo con delicatezza
fermezza e precisione
li spalmo
a piene mani.
Il verde lucente
dei prati,
l'azzurro
del cielo e del mare,
il giallo del Sole
e poi l'arancione,
il bianco splendente
il rosso d'amore.
Me li stendo sul corpo...

Le mani e le braccia 
di cui ho più bisogno
sono le mie.
La forza che mi occorre
è sempre la mia.
Il coraggio di una lacrima
e quello di un sorriso,
di un bacio, di un abbraccio...
il coraggio di amarmi.

Intingo ancora le mani,
il bianco, il giallo,
l'arancio...
la lacrima che scende
rallenta
e un poco s'impasta...
un tuffo dentro al Sole.

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

mercoledì 20 aprile 2016

17.04.2016

Il referendum, anzi quello che doveva essere il referendum, non può passare inosservato, il suo risultato pone gli stessi quesiti attorno ai quali giriamo ormai da anni...mi chiedo se siamo noi a rimanere fermi o loro a perseverare! Così mi domando cosa spinge una persona a rinunciare ai propri diritti...quando e perché si smette di credere in qualcosa...quanto questo sia dovuto agli altri e quanto a noi...
Immagino che ognuno abbia le sue di domande e risposte, ognuno le sue ipotesi...cosa spinge un genitore a smettere di lottare per il futuro dei suoi figli? Mi viene solo da dire che ormai non ci crede più! Quanto dolore in tutto questo! Se siamo pronti a farci scippare un diritto...rettifico: se lo riconsegniamo da soli facendone a meno...allora quanto il bisogno di una quotidianità serena, il bisogno di "portare il pane a casa", della certezza del sostentamento, del soddisfacimento dei più elementari bisogni e diritti...quanto sottrae energie ed attenzione a tutto il resto? Quanto ci spinge a "non aver tempo" per i nostri diritti, quanto a lasciar che siano altri a scegliere...quanto ci porta lontano dai nostri sogni, valori, ideali?
Intanto soldi ed occasione sprecata, soldi per un'inutile consultazione e l'occasione sprecata per dire che siamo vigili e attenti, interessati al futuro, qualunque fosse la vostra scelta di voto, il segnale che siamo un popolo attivo e che dice la sua! Popolo sovrano!

Gabriella Dell'Aria

Terra

Immagina un po' me, 
me con i miei anni 
con i miei amori.
Immagina me
con la mia pelle,
con le risa e con la rabbia 
immagina un po' me
che mi guardo e che ti chiedo 
che vuoi fare.
Tu pensi di domarmi, 
di piegarmi?
Io son la Terra e sono madre,
di quelli uguali a te
e dei diversi!
Madre!
Già questo può bastare!

Gabriella Dell'Aria 
Tutti i diritti riservati 

mercoledì 13 aprile 2016

Un giorno la vita..

Un giorno la vita venne a trovarmi, mi scovò  in un angolo, seduta sul pavimento ginocchia contro il petto...da quanto ero lì?! Guardavo scorrere le scene giocando a bordo campo, seguivo le corse del pallone che a volte mi sfiorava, altre mi ignorava, altre ancora mi arrivava addosso con forza e violenta determinazione. Da quanto non ero nella mischia? La vita abbassò la testa cercando il mio sguardo, si mise di lato,  fletté di più il busto...non si parò davanti dapprincipio, curiosa cercava di capire mentre io continuavo la mia parte tra ruoli giocati, visti ed altri sognati...forse sognavo troppo? Avevo i miei ideali e i miei principi, soffrii ogni volta che li calpestai per far contenti altri,  amai, piansi, risi...
La vita cominciò a suonar chitarre, trombe e poi tamburi...infine si pose lì davanti, tutta parata a festa e poi mi chiese...chiese senza chiedermi davvero... "E adesso?  Adesso che vuoi fare?". Tutte le mie domande e le risposte che sapevo si affollarono e fecero la fila sgomitando solo un poco, troppo ben educate per com'erano e troppo intelligenti per affollarsi inutilmente, si posero tutte in fila, silenziose. Ed io alzai gli occhi su quella sfrontata che osava  pararsi lì davanti : "Allora, che facciamo? " e porse la sua mano...e porge la sua mano. Un attimo la guardo e poi la prendo: "Vita mia, bella e colorata vita! Mia vita pien d'Amore e dei suoi doni! Vita mia bella, Amore dell'Amore; vita che mi hai portato doni immensi! Vita che sei la mia!" 
"Allora che vuoi fare?"
"Vivere, Amare!" ...sorrisi "Andare"
E andammo...e andiamo!

Gabriella Dell'Aria 
Tutti i diritti riservati

lunedì 11 aprile 2016

Noi

Una goccia mi scivola sulla pelle,
una lacrima che si poggia sulla clavicola
seguita da poche altre,
si uniscono
diventano una...
e scende calda e leggera
segue il profilo del seno 
tentenna, riprende...
si spegne.
Tu dietro di me mi cingi la vita,
le mie mani intrecciate alle tue,
il viso caldo sulla mia spalla.
Mi baci, mi guardi 
e ancora non ci credi.
Impercettibilmente tremi. 
Mi stringi dolcemente,
mi sfiori,
mi ami. 

Gabriella Dell'Aria 
Tutti i diritti riservati 


giovedì 7 aprile 2016

Silenziosa

Questa notte è una buonanotte silenziosa
una di quelle in cui parlano i pensieri,
le domande sempre uguali
per cui cerchi una risposta
saranno lì domani e l'altro ancora,
quelle che non affronti,
quelle che analizzi e non rispondi.
Notte di silenzio appariscente
ancor più silenzioso perché
nella quiete
tu chiedi e tu rispondi.
Notte di sogni,
notte di speranze e di promesse,
notte di quello che sarà domani...

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati

mercoledì 23 marzo 2016

Piove, splende.

Da piccola pensavo che la pioggia altro non fosse che le lacrime del cielo, oggi avrebbe motivo di piangere le vittime di ieri... ma il cielo immagino misuri il tempo diversamente, è  uguale e diverso da zona a zona, regione a regione...In ognuna piange gli eventi del luogo? In ognuna sorride per i fatti a lei legati? O è universale, ci scivolo dentro  ed ogni parte di cielo ride e piange per ciò  che accade ovunque nel Mondo? 
Oggi piove e tira vento, volesse piangere, il cielo troverebbe ovunque forti e gravi motivi per farlo! Volesse ridere sarebbe altrettanto! Ci sostiene ei ci incoraggia, quante volte ci siamo rintanati tra le coperte quando fuori pioveva o abbiamo desiderato farlo... quante un raggio di sole ha illuminato in giorno grigio e ci ha fatto sperare di nuovo, ci ha dato nuova carica.
Oggi piove...il cielo piange le vittime di tutti i tempi...In qualche posto sorride e saluta gli eroi di tutti i tempi...ma il mio concetto di eroe racchiude tutti quei "piccoli" eroi sconosciuti che sono andati avanti senza crollare mai!
Oggi piove...settimana Santa...il tempo è sempre grigio...guardo il cielo, adoro, sorrido, Prego,  ringrazio...chiedo...spero..
Credo! 
Adesso ha smesso di piovere, il Sole filtra qua e là attraverso le nubi, il cielo saluta le vittime e gli eroi di tutti i tempi...e continua a sostenerci, Acqua e Luce, elementi di vita!

Gabriella Dell'Aria 

Tutti i diritti riservati 

lunedì 21 marzo 2016

Primavera

Foglio bianco come tela
in mano ho un pennello 
lo intingo dentro il giallo
e nell'arancio
il Sole
con il cielo tutt'intorno 
e un prato
un grande prato,
e un albero
pieno di fronde e frutti!
L'erba colore di smeraldo
e il sole sulla pelle,
oggi comincio così!
Buongiorno Mondo!
Buongiorno a tutti,
umani e non!

Gabriella Dell'Aria 
Tutti i diritti riservati 


mercoledì 16 marzo 2016

Felicità

E quando liberi le ali dei sogni corri il rischio di volare alto alto, ed io già plano, impenno, frullo, riparto! È il cuore che guida, ed io sento l'aria sul viso...vedo i colori... inondata di Sole... che rischio meraviglioso sto correndo, che rischio emozionante...corro il rischio di amare e di vivere!
Buongiorno di Luce, d'Amore e di Pace, buongiorno di sogni del Cuore a tutti, umani e non  :) 

Quanto costa la felicità? 
Costa il rischio di scalarla, 
il rischio di ogni vetta,
ma lei non è la meta ultima
felicità si cerca,  si raggiunge,
felicità è l'attimo che si trasforma
donando e diventando quotidianità. 
Felicità poi diventa
la prossima metà,  
l'altra vetta da raggiungere...
Felicità costa che volo, 
Felicità costa che cado, 
che dopo mi rialzo
che riprendo a volare!
Felicità costa che 
rischio di perdere il sogno
Felicità costa che 
rischio di realizzarlo,
costa che piango,
costa che rido,
costa mi rannicchio, 
costa che mi espando! 
Costa che volo!
Ma sono qui per questo!
Son nata per volare! 
Felicità costa che Amo!
Sorrido! 
Che prezzo da pagare!
Il più bello che c'è!

Gabriella Dell'Aria 
Tutti i diritti riservati

domenica 13 marzo 2016

A spasso

Oggi piove, volevamo portare Trilly e Birillo in spiaggia...invece piove...beh dire che piove è eccessivo, piove di quella pioggia fatta di gocce impalpabili che quasi neanche le vedi, di quella che ci cammineresti dentro con le scarpe da jogging,  il pantalone da yoga tanto comodo, ci cammineresti dentro  da meditare, con quelle gocce che bagnano non viste, che lavano se ci resti sotto,  che frizzano se giochi con loro! Oggi piove una pioggia che invita ad uscire e a parlare con me, con ciò che ho da dirmi , invita a quei dialoghi profondi e leggeri,  quelli che solo il cuore sa fare, ne sento quasi il profumo e già  m'inebriano, già li respiro...dialoghi di apertura di cuore, di libertà :)

Gabriella Dell'Aria 
Tutti i diritti riservati 

sabato 12 marzo 2016

Sera

Adesso è scesa sera ed il silenzio,
silenzio rumoroso ed abitato...
lo senti nei respiri, nei sospiri,
nei richiami...
Lo senti tra i rami notturni,
lo senti nel selciato,
nello stagno...
rumore di giorno concluso
e di quello a venire.
E ogni volta è come una promessa,
promessa di dolcezza,
che a volte arriva ed altre tarda,
promessa di riposo
e del giorno che verrà.

Gabriella Dell'Aria

Tutti i diritti riservati

domenica 6 marzo 2016

Buongiorno

Sto aprendo gli occhi su questo giorno, mi rigiro pigramente sull'altro fianco, rintanandomi ancora un poco tra le coperte, ispiro l'aria calda della casa. La mente programma la giornata,  ciò che ho da fare... cambio di programma...facciamo che mi alzo, punto. Lascio anche spazio agli imprevisti, quelli che mi sconvolgono la giornata e che mi ricordano che le programmazioni servono non solo per funzionare ma anche per essere piacevolmente sconvolte.<3 a="" abbraccio="" accadano...soprattutto="" accadere="" all="" amore="" belle="" carezza="" che="" cose="" d="" di="" dolce="" dolci="" e="" ed="" entrando="" essere="" folata="" folate="" gli="" i="" improvviso.="" io="" lascio="" le="" me="" meravigliose="" mi="" nbsp="" parola="" permetto="" possono="" sconvolgano="" sconvolgo="" soffi="" soffio="" span="" spazio="" spifferi="" spiffero="" stessa="" tutti="" un="" una="" venti="" vento="">


Pianeta Terra, bellissimo pianeta,  Stazione Terra,  abbiamo aperto gli occhi sul nuovo giorno,  vado.



Buonissimo giorno a tutti, umani e non  :)  :*  




Gabriella Dell'Aria 



Tutti i diritti riservati 


mercoledì 2 marzo 2016

Sera magica

È già sera, sera magica, che porta con sé il profumo di vero, quando ti stendi in silenzio nel buio amico del letto, tiri su le coperte, pensi, immagini, sogni! Li culli e ti culli un poco da sola, li abbracci guardandoli un po" da lontano, come quando,  ragazza, sognavi il futuro!  Sognerò meglio e più  forte, abbraccerò e bacerò i miei sogni,  li cullerò e per loro lavorerò, anzi,  poiché il futuro non mi appartiene, li sogno, li abbraccio e li bacio, li cullo e per loro lavoro, già adesso,  qui mentre scrivo! 
Avete mai sentito l'odore dei sogni? Io sì,  io l'ho sentito! Si mostra e si svela quando meno te lo aspetti, un soffio di aria leggera, un profumo improvviso, l'animo che gioisce, esulta, sussulta!  Ogni sogno una nota olfattiva...ma sempre la stessa speranza che brilla, scintilla nel cuore! 
Beh, è una notte di sogni! Sogni da vivere, da respirare! È una notte d'Amore!
Buonissima notte a tutti, umani e non! E a tutti coloro che più ne hanno bisogno, buonissima buonissima notte! 

Gabriella Dell'Aria 
Tutti i diritti riservati 


mercoledì 24 febbraio 2016

Rifletto

 Rifletto____a volte è  un bene, a volte un male_____soffermarsi su ciò che si sente per me è  sempre un bene, purché non diventi il centro attorno al quale girare_______e in questo momento mi soffermo,  banalmente direte, sul significato di questo verbo.
Uno specchio riflette ciò che in esso si specchia,  come specchi riflettiamo ciò che abbiamo intorno, su esso ci soffermiamo_______e quello che è intorno influisce e influenza il nostro sentire_______quindi su cosa rifletto davvero______!
Non fate quella risata______nessun gioco di parole______il mondo si specchia in me ed io nel mondo, rifletto nel mondo i miei pensieri_________ !
Bene, allora decido che essi siano gioiosi e pieni di vita :)
Se rifletto quello che penso, allora penso ad un mondo d'amore, e ridisegno la mia vita come facevo da bambina con le fiabe______ma questo ve lo racconterò un'altra volta :)
Ridisegno la mia vita, sono sempre la Regina, la Fata, la Dea, la Coraggiosa Guerriera, insomma sono sempre io! E meno male! Si, si, si!!!

Gabriella Dell'Aria 
Tutti i diritti riservati 

Semplicemente buongiorno

Ed eccoci qua,  un altro meraviglioso giorno da vivere! Come un uccellino zampetto fuori dal nido, mi disseto con acqua di fonte, volo nel cielo, ammiro la vita! Certo sono un poco più grande, più voluminosa di lui e non possiedo ali, non fisiche almeno_______ma il mio cuore si, lui non ha limiti_______  respiro a pieni polmoni, mi riempio del bello che c'è e ringrazio che ci sia, grata fino alla commozione______ricambio in amore! Che meraviglia il Mondo, l'intero Universo_____la vita!
Meravigliosa giornata a tutti, umani e non!  

Gabriella Dell'Aria 

domenica 21 febbraio 2016

Amore

L'Amore è un sentimento universale
e noi non ne siamo
gli esclusivi detentori.
L'Amore non ha limiti e confini,
non conosce specie,
età o condizione.
L'Amore tende una mano,
e non è detto che sia "mano",
e non guarda se
dall'altra parte trova
un'altra mano, zampa,
ala o foglia.
Amore ama,
lui non ha comparti stagni,
non è rivolto solo al
mio vicino,
al simile,
a quello uguale a me
o a quello che conosco.
Amore ama sempre,
limpido e forte,
ancor più forte
dove più
bisogno c'è.

Gabriella Dell'Aria
Tutti i diritti riservati