Eccoci qua come ai tempi della scuola dinanzi una pagina bianca e l'incertezza, l'amletico dubbio: COME INIZIARE? Sicuramente voglio dirti CIAO, che tu sia casualmente transitato di qua o già mio amico, qualunque sia il tuo pensiero, la certezza di questo saluto ce l'ho.
Di certezza ne ho anche un'altra, se sono qui, se ho deciso di "mettere in rete" parte di quello che scrivo è proprio per arrivare da te, per il desiderio di comunicare e condividere insito nell'essere umano, perché ho deciso di "tirare fuori dal cassetto i miei fogli" ed esporli alle tue critiche, al giudizio che se vuoi puoi lasciare sotto ogni mio post, per incontrare e conoscere amici.
In questo blog troverai alcune poesie, racconti brevissimi che durano il tempo di alcuni "morsi" ad un frutto, la sfida mia personale a Flaubert, una storia da "prendere un morso per volta": terza certezza... e dire che a me ne sarebbe bastata una! Ho cominciato; così adesso spero di rincontrarti al più presto.

Gabriella

venerdì 24 dicembre 2010

AUGURIII

Natale

Lunghi sentieri polverosi
ho salito e continuo a percorrere
per arrivare da Te.
Anch'io provo a seguire la stella
m'illudo di non lasciare la scia
fino alla mangiatoia
porta del Paradiso.
Tu origine dell'unica
cosa che siamo
Tu chiave, Tu casa.

Stanotte si festeggia, ricordandoLo, la nascita di Gesù :)
Per Lui, per tutti i piccini che hanno fame e freddo (anche nel cuore), per il Gesù che è in ognuno di noi, per l'Amore del Padre che ci contiene e che conteniamo, con tutto l'Amore
BUON NATALE a voi, alle vostre famiglie e a tutta la gente del mondo :)

GM C






venerdì 17 dicembre 2010

Giù in strada

Sono usciti
da cattedre
di falso oro,
travestiti bugigattoli
avidi e cupi;
umana fiumara
ha invaso le strade.

Il cibo sottratto
a deschi sudati
alimenta ora
tovaglie di lino:
questo il carburante
del fiume...
poi piovono giù
bastonate.

Gabriella Dell'Aria 
Tutti i diritti riservati 

martedì 14 dicembre 2010

Violenza in maschera

Tema sempre attuale e mai sufficientemente affrontato è, a parer mio, quello sulla violenza. Di lei si può parlare senza correre il rischio di rimanere privi di notizie cui attingere; potremmo provare a dividerla in sezioni a seconda della vittima o dell'aggressore, della tipologia, dell'esito... potremmo stilare un tristissimo elenco che ci porta di fronte a verità tanto assurde da non sembrare verosimili e che per questo mi riportano alla mente uno dei miei autori preferiti, Pirandello. Naturalmente nessuna forma di violenza può essere giustificata o comunque tollerata, verso di essa dovrebbero essere poste in atto forme di prevenzione efficaci ed efficienti e di certo misure di repressione tali da scoraggiarla. 
Ogni violenza, quando non uccide, scava solchi profondi nel corpo e nell'anima, rischia di diventare il burattinaio di tutta una vita! Una delle forme di violenza più difficile da dimosttrare è certamente quella psicologica... ma anche da quella fisica la cronaca dimostra che la difesa è parecchio difficile! 
Questa nostra civiltà dovrebbe sforzarsi per fare un salto avanti in casa e fuori, la violenza tra le mura domestiche dimostra che il "nido" non sempre è sicuro e fuori da lì... fuori è un vero groviglio di infinite possibilità!
La cronaca recente mi ha riportata a questa poesia... mi è nata dal cuore come le altre, ma sembra che in questi giorni io debba trovarmi spesso a fare i conti con amarezza e dolore... e lei è così: amara, crudele...tanto da travestirsi di vuoto!

Violenza in maschera

Come una calamita
che ruota veloce
ti attraggo e respingo
a seconda del polo
che incontri!
Vuoi giocare con me!
Istrionica
mi vesto e mi spoglio
ti do la mia pelle
a volte i pensieri
baci e parole
ti scivolo addosso
ti avvolgo
mi vesto e mi spoglio
di nuovo
mi trucco!
Un altro gioco per te
uno ancora...
mi svesto di veli
mi vesto di pelle
non sono più scalza
non faccio attenzione!
Un altro giro 

e sono lontana da te
poi torno di nuovo!
Vestita di affanno
respiro e passione...
e questo che vuoi
adesso da me?
Un giro di giostra...
se vuoi puoi volare!
Mi strucco
mi svesto ancora una volta
scalza cammino
nell'eco della tua
anima vuota!
I vestiti tenuti

per mano
trascino per terra
tacchi a spillo 
nell'altra...
domani si gioca!   

Gabriella Dell'Aria
 

mercoledì 8 dicembre 2010

Sul monte

Amo tutte le cose che scrivo :)  (come potrei sperare che piacciano agli altri viceversa!) ma alcune le amo di più! Questa è una di quelle_______ le sue radici sono lontane nel tempo e sono radici che talvolta non si riconoscono_________vale sempre la pena cercarle :)

Adesso so ch'esiste
ch'esiste veramente
... e risuona
in ogni mia corda
in ogni dono o bisogno
... ed è armonia
di suoni celesti
incontro di anime
... l'altra metà di me stessa
dell'anima mia
... quella che la nutre
e di essa si nutre
quella che la completa!
Come un re magio
presenterò il mio dono
al Signore
quel dono che Lui
mi ha donato...
o come Abramo sul monte
gli offrirò il sacrificio
s'è quello che vuole...
ringrazierò comunque!
Ma Lui è la matrice
ch'io riconosco
e il dono che viene
è un dono di bene,
non vedo la strada
non so dove conduce
... e quando tremo o vacillo
mi esalto oppure sogno
mi abbandono al Suo cuore
ch'è bene supremo!
... qualunque sia lo scopo

amore è conoscenza!
E adesso che lo so

ch'io lo so veramente
il mondo è irradiato
d'una luce diversa,
l'impossibile s'è fatto possibile,
Il male può vestirsi di bene !
Ora che so ch'esiste
ch'esiste veramente!
Vorrei che altri sapessero!
Che non si arrendessero!



... ma se la scrivessi oggi... oggi i toni sarebbero diversi, conterrebbero rabbia e soprattutto dolore se solo dovessi dar voce ai sentimenti che hanno cercato d'indurre in me credenze diverse dalle mie più intime; le parole sono importanti, la scelta dell'una o dell'altra determina l'effetto che hanno in chi ascolta o legge, questo spero di saperlo e, mi ripeto, devo ricordare che scelte infelici a volte sono casuali, non volute, non ponderate. Io ne ho fatto e temo di farne esperienza ogni volta che cerco di velocizzare la comunicazione... non sempre me ne accorgo! Ma se parli a tanta gente e tocchi corde comuni a parecchie persone... forse devi stare un poco più attento... 
Nonostante tutto la sostanza di quello che ho scritto quel giorno non cambierebbe così come non è cambiata la mia convinzione!

Gabriella Dell'Aria 

Tutti i diritti riservati