Eccoci qua come ai tempi della scuola dinanzi una pagina bianca e l'incertezza, l'amletico dubbio: COME INIZIARE? Sicuramente voglio dirti CIAO, che tu sia casualmente transitato di qua o già mio amico, qualunque sia il tuo pensiero, la certezza di questo saluto ce l'ho.
Di certezza ne ho anche un'altra, se sono qui, se ho deciso di "mettere in rete" parte di quello che scrivo è proprio per arrivare da te, per il desiderio di comunicare e condividere insito nell'essere umano, perché ho deciso di "tirare fuori dal cassetto i miei fogli" ed esporli alle tue critiche, al giudizio che se vuoi puoi lasciare sotto ogni mio post, per incontrare e conoscere amici.
In questo blog troverai alcune poesie, racconti brevissimi che durano il tempo di alcuni "morsi" ad un frutto, la sfida mia personale a Flaubert, una storia da "prendere un morso per volta": terza certezza... e dire che a me ne sarebbe bastata una! Ho cominciato; così adesso spero di rincontrarti al più presto.

Gabriella

giovedì 22 aprile 2010

Mi scuso con tutti

Mi scuso con tutti, problemi personali e un lavoro da finire mi stanno tenendo lontana, spero di passare presto a trovarvi!

sabato 10 aprile 2010

E ti diranno forse

La poesia che segue è una delle mie preferite, scritta di getto durante una tarda serata primaverile parecchi anni fa... mi sono chiesta più volte come sia approdata a lei... pensavo ad un carissimo amico dal quale mi sono involontariamente allontanata e con il quale avevo trascorso "brevissime" (a me sembravano passare in un soffio) ore a parlare della vita e di noi! L'amore di cui parlo in essa non è quindi quello che porta alla formazione di una coppia, è un sentimento globale, di natura diversa, è amicizia profonda, affetto sincero e, nonostante la vita, ha casa nel cuore! 
Così il "bene" provato nei confronti di una persona fa da cassa di risonanza, diventa punto di partenza... è allora che inizio a scrivere rivolgendomi a qualcosa di immenso, infinito... al "contenuto" e al Contenitore", al Padre e con esso alla Vita e all'Amore, un Amore universale... sullo sfondo il dualismo eterno tra "essere" ed "apparire"

E ti diranno forse
che ho sempre mentito;
e cercheranno nei modi,  nei gesti

invano l'inganno. 
Ma a sera,
quando luce di stella sincera,
solo lei,
la notte rischiara,
allora saprai che ti amo!
Che sempre ti ho amato!

E quando il giorno
s'è fatto più triste, più buio,
e quando ho annaspato
e mi sono piegata,
allora ti ho amato di più!
E ancora ti sogno, 
ti anelo, ti voglio,
e cerco nel soffio di vento,
nell'aria, l'odore,
nel sole, il calore,
perchè del tuo fiato io vivo.
E alzo il mio scudo a difesa.
Di me ti diranno pochezza interiore,
e nugoli di maldicenza
da terra si alza
e poi mi circonda.
Tu sai qual'è il mio sentire,
se tendo la mano alla vita,
Tu sai,
Tu già lo sapevi!
Che t'amo,

che sempre ti ho amato!
Anch'io adesso lo so!

Gabriella Dell'Aria

domenica 4 aprile 2010

GESU' E' RISORTO!
IL SUO AMORE INONDA IL MONDO...
A NOI LASCIARCI ABBRACCIARE!

BUONA PASQUA A TUTTI!

Mi è capitato di parlare di "spirito positivo" nei commenti del post precedente... le premesse di questo blog mi vincolano a postare testi e immagini mie... quindi ho provato a disegnare la piantina che doveva rappresentare lo "spirito positivo" e metterla in un uovo di Pasqua... il disegno non è nelle mie corde... ve lo evito :)
Una foto scattata qualche mese fa ( badate bene, neanche la fotografia è nelle mie corde) mi sembra invece perfetta:
loro non si sono arrese, mai! Sono cresciute insieme, hanno spaccato il pavimento... e la vita ha vinto!

Con le immagini non sono riuscita a fare di meglio, è l'unico esempio di positività che posso offrirvi attraverso di esse!
Anche queste piantine grasse che si stanno moltiplicando da due foglie cadute mi sembrano un buon esempio :)  non so se siete d'accordo!




P.s: lo spirito positivo non mette al riparo da dolore, delusione, tristezza, solitudine... fa "solo" in modo che prevalga l'istinto di guardare avanti e non mollare!