Eccoci qua come ai tempi della scuola dinanzi una pagina bianca e l'incertezza, l'amletico dubbio: COME INIZIARE? Sicuramente voglio dirti CIAO, che tu sia casualmente transitato di qua o già mio amico, qualunque sia il tuo pensiero, la certezza di questo saluto ce l'ho.
Di certezza ne ho anche un'altra, se sono qui, se ho deciso di "mettere in rete" parte di quello che scrivo è proprio per arrivare da te, per il desiderio di comunicare e condividere insito nell'essere umano, perché ho deciso di "tirare fuori dal cassetto i miei fogli" ed esporli alle tue critiche, al giudizio che se vuoi puoi lasciare sotto ogni mio post, per incontrare e conoscere amici.
In questo blog troverai alcune poesie, racconti brevissimi che durano il tempo di alcuni "morsi" ad un frutto, la sfida mia personale a Flaubert, una storia da "prendere un morso per volta": terza certezza... e dire che a me ne sarebbe bastata una! Ho cominciato; così adesso spero di rincontrarti al più presto.

Gabriella

giovedì 25 febbraio 2010

La serpe in seno

Si pasceva.
Nutrita, cresceva,
di vipera, ignara,
la veste perdeva.
Allattava,
amorevole madre,
i figli nutriva.

Ed eccone il frutto,
ingordo, 
vorace,
cresciuto!
Dalle stracolme fauci
veleno trasborda;
nei campi dilaga
in vere sembianze
di cobra affamato.
E più sangue,
più prede divora,
più l'odio suo cresce,
la fame sua aumenta.

E strisciano,
depositi d'odio, violenza
e piegano il mondo 
al loro veleno,
beati s'illudono
d'aver la vittoria,
il potere!

E il cuore che pulsa,
che batte più forte
al centro del mondo
che attonito guarda
e chiude, in fretta,
l'Amore,
riposto al riparo
nell'urna fatata
che nulla si perda!
E aprendola 
un giorno, i suoi figli
sapranno che morto non era.
E batterà ancora!

Gabriella Dell'Aria

8 commenti:

  1. questa poesia mi piace molto,anzi dire molto è riduttivo...rendi davvero bene l'idea di questo male che strisciando sta consumando il nostro mondo, mi sembra quasi di vederlo, proprio come lo descivi tu...viscido e vorace...
    come sempre BRAVISSIMA

    RispondiElimina
  2. Semplicemente meravigliosa, la parte finale mi ha commossa!

    RispondiElimina
  3. ...la parte finali ha fatto piangere...
    Bravo!!

    Ornella

    RispondiElimina
  4. Semplicemente bella... complimenti!

    RispondiElimina
  5. Ciao, devo ammettere che la tua poesia mi ha colpito e non poco, solo che per interpretarla c'ho messo davveeeeeero tanto, il motivo però non è perché tu scrivi male, è perché sono io che di ste cose sono un pò troppo ignorante!!!
    devo aggiungere che i pensieri espressi in questa poesia sono molto profondi...complimenti ancora!!!!

    RispondiElimina
  6. @ Hypersupersonico: benvenuto e grazie per i complimenti, provvederò a postare una versione in prosa :)

    RispondiElimina
  7. caspita che bella...
    Complimenti,

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a a leggermi! Se volessi lasciare un commento con le tue impressioni/sensazioni o anche solo un saluto... ti ringrazio ancora una volta!